::. Home > Pubblicazioni - Iniziative > Archivio notizie > Più sicurezza per l'acquisto di veicoli usati
Più sicurezza per l'acquisto di veicoli usati

CCIAA TV facciataDicembre 2013

Approvato dalla Giunta camerale il contratto-tipo per la vendita di auto usate predisposto su iniziativa del Gruppo Auto-Moto-Ricambi di Unascom-Confcommercio di Treviso  e con la collaborazione delle locali associazioni di consumatori, Adiconsum e Federconsuamtori, e la supervisione scientifica di Curia Mercatorum

 

 

Il 23 dicembre scorso, in occasione della conferenza stampa organizzata presso la Camera di Commercio di Treviso,  è stato presentato ufficialmente il nuovo modello contrattuale per la vendita di auto usate predisposto su iniziativa del Gruppo Auto-Moto-Ricambi di Unascom-Confcommercio di Treviso  e con la collaborazione delle locali associazioni di consumatori, Adiconsum e Federconsumatori, nonché la supervisione scientifica di Curia Mercatorum.

Si tratta di un elaborato contrattuale standard volto a regolamentare i rapporti tra gli operatori del settore, con l'intento di agevolare la trasparenza delle trattative tra le parti e quindi favorire una serena sottoscrizione dell'accordo. Condizioni generali di vendita chiare, prive di elementi di vessatorietà per il cliente e di squilibrio economico per entrambe le parti, non possono che facilitare i rapporti tra il cliente e il venditore, rendendo precisi i reciproci impegni e perciò riducendo il rischio di incomprensioni e conseguenti contenziosi in caso di problemi.

Il lavoro predisposto consta di una scheda dedicata alla Proposta di acquisto, disciplinata dalle annesse Condizioni generali (8 punti in tutto che disciplinano oggetto, prezzo, consegna e pagamento, obblighi e garanzie delle parti), e da una Scheda descrittiva dello stato d'uso del veicoloche prende in considerazione le diversi  componenti meccaniche del mezzo (motore, frizione, turbocompressore, impianto, alimentazione, centraline elettroniche, trasmissione, cambio velocità, impianto frenante, sospensioni, pneumatici anteriori, pneumatici posteriori, batteria, aspetto carrozzeria, presenza di grandine, parti non dettagliate).

Per la realizzazione del contratto, la Camera di Commercio di Treviso, alla quale il Gruppo Auto-Moto di Treviso ha proposto la bozza iniziale, si è avvalsa del prezioso supporto di Curia Mercatorum, associazione senza scopo di lucro che, per conto dell'ente camerale, svolge alcune importanti funzioni di regolazione del mercato attribuite dalla legge alle camere di commercio. Oltre alla mediazione ed all'arbitrato, infatti, tra i compiti affidati a Curia rientrano anche le attività di predisposizione e controllo di contratti standard utilizzati dagli operatori economici al fine di stigmatizzare e contrastare l'utilizzo di clausole vessatorie o poco trasparenti nella regolamentazione dei rapporti tra i soggetti economici interessati. In particolare, la valutazione tecnico-giuridica del contratto è attività scientifica svolta dai componenti della Commissione Contratti di Curia Mercatorum, i professori Bruno Barel, Paolo Moro e Stefano Delle Monache, che, oltreché docenti universitari presso l'ateneo patavino, sono anche noti e rinomati avvocati dei fori di Treviso, Pordenone e Padova rispettivamente.

Al fine di garantire l'approfondimento dei diversi punti sottoposti all'esame della Commissione, e considerata la potenziale valenza a livello territoriale locale del modello contrattuale, sono stati opportunamente coinvolti nei lavori i rappresentanti delle Associazioni dei consumatori, realizzando in questo modo un confronto ed una concertazione tra le categorie economiche interessate all'utilizzo dello strumento.

Il documento finale, col parere della Commissione Contratti, è stato trasmesso infine alla Camera di Commercio di Treviso che l'ha approvato in occasione dell'ultima Giunta camerale di dicembre dandone ufficiale notizia in conferenza stampa. Presenti il Presidente del Gruppo Auto-Moto-Ricambi di Unascom-Confcommercio, Giorgio Sina, ed il Segretario Generale della CCIAA di Treviso (nonché Direttore di Curia Mercatorum), Marco D'Eredità, la conferenza si è svolta con l'intervento dei giornalisti delle principali testate giornalistiche e televisive locali.

L'utilizzo del contratto verrà promosso presso i 130 concessionari e rivenditori aderenti al Gruppo di Confcommercio Treviso ed è scaricabile, per tutti,  anche dai siti della Camera di Commercio di Treviso e di Curia Mercatorum (scarica il contratto).

L'auspicio è che anche questo strumento possa contribuire a sostenere un mercato, quello dell'auto, che seppur in forte crisi presenta condizioni favorevoli nel settore dell'usato, potenzialità da tutelare e cogliere offrendo maggiori garanzie di trasparenza ed equità ad acquirenti e consumatori finali.

 

Redazione: dott.ssa Giulia Poli, Responsabile Formazione-Comunicazione Curia Mercatorum

 




Error loading MacroEngine script (file: TheCogworksCookieDirective_ShowCookieDirective.cshtml)