Tariffe

MEDIAZIONI E EMERGENZA COVID 19:  UN SUPPORTO ALLE IMPRESE

Proroga promozione mediazioni in materia di locazione commerciale e affitto d'azienda e adozione regime promozionale mediazioni per controversie in materia di obbligazioni contrattuali derivanti dal rispetto delle misure covid-19

(14/04/2021) Considerato il perdurare delle gravi difficoltà economico-finanziarie che l'epidemia da covid-19 ha determinato per molte imprese costrette a prolungata inattività, le Camere di Commercio aderenti a Curia Mercatorum hanno inteso promuovere ulteriormente il ricorso al servizio di Mediazione per la gestione delle controversie in materia di locazioni commerciali e affitti d'azienda nonché in materia di obbligazioni contrattuali insorte conseguentemente all'emergenza sanitaria tuttora in atto.
In questo senso, sino al 31 dicembre 2021 sono previste le seguenti agevolazioni economiche:

per le controversie in materia di locazione commerciale e affitto d'azienda relative a situazioni di inadempimento derivanti da crisi per covid-19, le istanze di mediazione depositate presso l'organismo continuano ad usufruire di uno sconto del 50% sulle indennità di mediazione  dovute quando la procedura prosegue oltre il primo incontro cd. preliminare (iniziativa già in vigore dal 9/6/2020)

per le controversie in materia di obbligazioni contrattuali derivanti dal rispetto delle misure covid-19, le istanze di mediazione depositate presso l'organismo a partire dal 18/1/2021 usufruiscono di uno sconto del 20% sulle indennità di mediazione  dovute quando la procedura prosegue oltre il primo incontro cd. preliminare.

Inoltre le spese di avvio, che dovranno comunque esser corrisposte in sede di attivazione della procedura (o di adesione alla stessa), saranno considerate "a valere" sull'indennità dovuta in caso di prosecuzione della mediazione.

L'iniziativa si inserisce nella serie di azioni messe in atto dalle Camere di Commercio di Venezia Rovigo e di Treviso-Belluno, a supporto delle imprese in questa fase di crisi emergenziale.
Per informazioni scrivere all'indirizzo info@curiamercatorum.com

Brochure informativa

Le spese del servizio di mediazione sono determinate in ottemperanza a quanto previsto dall'art. 16 del DM 180/2010 e s.m.i. (Regolamento recante la determinazione dei criteri e delle modalità diiscrizione e tenuta del registro degli organismi di mediazione e dell'elenco dei formatori per la mediazione, nonché l'approvazione delle indennità spettanti agli organismi, ai sensi dell'art. 16 del D.Lgs. 28/2010).
Esse comprendono le spese di avvio del procedimento e le spese di mediazione.
Sono inoltre a carico delle parti le spese vive sostenute dall'Organismo di mediazione per la gestione della procedura.

I costi del servizio di mediazione e i relativi criteri di determinazione sono descritti nell'Allegato A del Regolamento

SPESE DI AVVIO

Le spese di avvio sono dovute per lo svolgimento del primo incontro di mediazione, anche in caso di mancata prosecuzione del tentativo di mediazione.

Devono essere corrisposte:
- dalla parte Richiedente, con il deposito della domanda
- dalla parte Invitata, con l'adesione all'incontro preliminare

ed ammontano a:

€ 61,00 (IVA inclusa) per valori di lite fino a 250.000 Euro

€ 109,80 (IVA inclusa) per valori di lite superiori a 250.000 Euro

Tali importi sono comprensivi delle spese ordinariamente sostenute dall'Organismo e forfettariamente stabilite in misura pari ad € 12,20 (IVA inclusa)

Sono inoltre dovute le seguenti  spese vive eventualmente sostenute dall'Organismo:
• spese di spedizione, qualora sia necessario effettuare comunicazioni a mezzo Raccomandata a più parti, richiedenti o invitate, in numero superiore a due;
• spese di riproduzione dei documenti (pari a 0,10 euro per foglio), qualora la parte non provveda a depositare (in aggiunta all'originale per la Segreteria) un numero di copie cartacee pari al numero di soggetti a cui la documentazione deve essere trasmessa a mezzo Raccomandata.

E' altresì richiesto il pagamento dell'importo forfettario di  € 36,60 (IVA inclusa) per le seguenti ulteriori attività poste a carico dell'Organismo:
Attivazione urgente della pratica (entro il quinto giorno "libero" dal deposito)
Rinvio di incontri già convocati
• Organizzazione di incontri a distanza (importo dovuto per singolo collegamento e partecipante)

SPESE DI MEDIAZIONE

Le spese di mediazione sono dovute solo nel caso in cui la mediazione prosegua oltre il primo incontro cd. preliminare (art. 17.5-ter d.lgs. 28/10).
Esse devono essere corrisposte nella misura e nei tempi indicati dalla Segreteria dell'Organismoe e comunque prima dell'incontro di prosecuzione della mediazione.

L'entità delle spese di mediazione dipende dal valore della controversia ed è determinata sulla base degli scaglioni di riferimento individuati dalla Tabella A del D.I. 180/2010.

Il valore di lite deve essere indicato nella domanda a norma del Codice di Procedura Civile. In caso di valore di lite  indeterminato, indeterminabile o qualora vi sia una notevole divergenza tra le parti sulla sua stima, il valore di riferimento viene determinato dal Responsabile dell'Organismo sino al limite di € 250.000 e comunicato alle parti.

Ai sensi del Regolamento di Curia Mercatorum le spese di mediazione sono stabilite in misura uniforme per le mediazioni di natura obbligatoria e per quelle di natura volontaria.

 

Valore di lite

Indennità di base ex DM 180/10 (Tabella A)

Indennità Ridotta applicata da Curia Mercatorum

(art. 16.4 lett. d dm 180/10)

Maggiorazione dovuta in caso di accordo

(art. 16.4 lett. b dm 180/10)

Indennità + maggiorazione (**)

Importi rappresentati senza IVA, da aggiungere se dovuta (*)

fino a 1000,00

€ 65,00

€ 43,33

€ 16,25

€  59,58

da € 1.001,00
a € 5.000,00

€ 130,00

€ 86,67

€ 32,50

€ 119,17

da € 5.001,00
a € 10.000,00

€ 240,00

€ 160,00

€ 60,00

€ 220,00

da € 10.001,00
a € 25.000,00

€ 360,00

€ 240,00

€ 90,00

€ 330,00

da € 25.001,00
a € 50.000,00

€ 600,00

€ 400,00

€ 150,00

€ 550,00

da € 50.001,00
a € 250.000,00

€ 1.000,00

€ 666,67

€ 250,00

€ 916,67

da € 250.001,00
a € 500.000,00

€ 2.000,00

€ 1.000,00

€ 500,00

€ 1.500,00

da € 500.001,00
a € 2.500.000,00

€ 3.800,00

€ 1.900,00

€ 950,00

€ 2.850,00

da € 2.500.001,00
a € 5.000.000,00

€ 5.200,00

€ 2.600,00

€ 1.300,00

€ 3.900,00

oltre 5.000.001,00

€ 9.200,00

€ 4.600,00

€ 2.300,00

€ 6.900,00

 (*) Nel caso di controversie internazionali l'IVA potrebbe non essere dovuta

(**)  La maggiorazione dell'indennità, dovuta per il caso di conciliazione, viene richiesta in anticipo e restituita qualora la mediazione si concluda con un mancato accordo

 

PAGAMENTI

I pagamenti vanno effettuati a favore di Curia Mercatorum su c/c bancario n. 000041997500 presso Unicredit Banca S.p.A., filiale di Treviso Centro (ABI 02008 - CAB 12011 - CIN R - CIN EU 12)

Codice IBAN Coord. bancarie internazionali  IT12 R 02008 12011 000041997500

Codice BIC Swift   UNCRITM1A11

Nella causale del versamento indicare sempre il riferimento alle Parti della procedura o al numero della pratica, se noto (es. "Versamento diritti Procedura ROSSI/BIANCHI"; oppure "Versamento diritti Procedura di mediazione N. 456/2011").

 

Fatturazione elettronica

Codice destinatario di Curia Mercatorum: SUBM70N

 

Nota Informativa

Si informa la gentile utenza che con riguardo ai  versamenti effettuati a mezzo bonifico, questi verranno contabilizzati a titolo di cauzione sino al momento della fatturazione.

Successivamente, con l'emissione della fattura, le somme depositate saranno imputate a spese di avvio o indennità.

Decorso un anno da versamenti effettuati non riconducibili ad alcuna pratica depositata, considerata l'impossibilità di procedere a conseguente fatturazione, si informa che i predetti versamenti saranno svincolati da cauzione a sopravvenienze attive dell'Ente e acquisiti a titolo definitivo, se non già richiesti dal soggetto che ha effettuato il bonifico.

 

 (Ultimo aggiornamento 2021/06/28)